Sono l’ombra di Te

Tu sei il ridere e il piangere,
l’imparare e il cristallizzarsi,
lo stare e il fare.

Io sono la Tua ombra,
con Te mi muovo e con Te sto,
con Te imparo e con Te mi ottundo,
con Te rido e con Te piango.

Non si può separare l’ombra dall’umano:
questi, in quanto tale,
come fatto contemplato,
è il Reale;
l’ombra, l’interpretazione di sé,
inseparabile dall’accadere dell’umano,
il fittizio irreale, eppure,
nel suo accadere adesso,
anch’essa Reale.

Nella contemplazione del Reale,
della realtà come fatto, dunque,
l’umano e la sua ombra,
essendo quel-che-sono,
testimoniano pienamente l’Essere.


Il canale Telegram di Eremo dal silenzio
Per rimanere aggiornati su:
Il Sentiero contemplativoCerchio Ifior


Print Friendly, PDF & Email
Sottoscrivi
Notificami
guest

3 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
Vedi tutti commenti
Lorena

Sembri lontano ma… ti sento così vicino.

Anna

Tutto e’ rivelazione.

Natascia

Ancora di più si evidenzia, quanto sia inutile la visione duale.
Tutto è Uno.

3
0
Vuoi commentare?x