Biò e Favorì, storie di un altro tempo che parlano all’interiore di oggi, un libro di Catia Belacchi

“Cosa ne sapeva la piccola Lisa, diventata adulta, della competenza e della cura che occorrevano per far crescere il grano che a lei bambina tanto piaceva mietere? Cosa ne sapeva delle lenzuola che vedeva stese, tutte tessute al telaio dalle donne di allora? O della canapa che veniva coltivata presso tutte le famiglie contadine? E dei pastori che ogni anno, durante la transumanza, vedeva immancabilmente passare per andare al mare o tornare verso l’Appennino?
Quel mondo era ormai scomparso e Lisa lo aveva solo sfiorato, non veramente conosciuto; non solo, stavano per scomparire ormai, anche gli ultimi protagonisti di quel mondo.
Ho deciso allora di raccontare quelle storie raccogliendo le ultime testimonianze da chi poteva ancora fornirle. Spero di aver colto lo spirito che sta dietro ogni esperienza e di aver saputo trasmettere gli insegnamenti che da questi racconti emergono.
Voglio credere, inoltre, che quel mondo che ha formato la mia generazione, in qualche modo, con questo libro, continui a vivere e sia d’aiuto alle generazioni future perché senza storia personale, senza storia di popolo ci troveremmo ad essere individui insicuri come lo è un bambino che non ha creato un legame affettivo solido coi genitori. Solo essendo saldi in noi, e in questo la memoria ci aiuta perché ci costituisce nell’immagine interiore, solo riuscendo ad essere in contatto col senso del nostro esistere non saremo spaventati dai cambiamenti personali e sociali e non coglieremo l’altro come minaccia ma come opportunità, come colui o colei che, per il solo fatto di presentarsi nella mia vita, mi induce a conoscermi e a trasformarmi.
Questo libro guarda dunque al nostro passato prossimo non però in modo nostalgico ma riconoscendo in esso la radice creativa dell’oggi.”
Dall’introduzione di Catia Belacchi al libro: Biò e Favorì, scene di vita nella prima metà del novecento tra le valli del Metauro e del Cesano.
Quaderni del Consiglio regionale delle Marche.

Nuova edizione del libro di base del Sentiero contemplativo, “L’Essenziale”

Ad un anno dalla prima edizione pubblichiamo la seconda con numerose correzioni e, soprattutto, con alcune facilitazioni di lettura.
Le parti più pregnanti del testo sono state evidenziate e costituiscono ora un ritmo che attraversa tutto il volume e rende più agevole la focalizzazione dell’attenzione e la discesa nell’intimo del testo.
L’e-book è disponibile gratuitamente; l’edizione cartacea sarà ordinabile a partire da fine febbraio 2014.
La pagina de “L’Essenziale”
Il libro che ha preceduto L’Essenziale è: Conoscenza di sé, meditazione, contemplazione.

Le scoperte di Celeste, un libro per bambini di Catia Belacchi

Un libro per bambini, un invito rivolto anche agli adulti:
a quei genitori che vogliono scoprire l’importanza della narrazione e delle piccole esperienze quotidiane per la crescita dei propri figli;
a tutti coloro che vogliono passare un’ora con il bambino che è in loro.

La presentazione del libro si terrà presso la biblioteca comunale, Palazzo Cassi, San Costanzo
DOMENICA 15 DICEMBRE ALLE ORE 17

Interverranno:
Margherita Pedinelli, Sindaco del Comune di San Costanzo
Filippo Sorcinelli, Assessore alla cultura e alla pubblica istruzione
Catia Belacchi, autrice del libro

La presentazione è per la zona di San Costanzo, Fano, Marotta, Mondolfo, Pesaro, Senigallia.

Si può ordinare il libro scrivendo a: eremo@contemplazione.it

L’essenziale. Esistere, essere, contemplare, scomparire. Roberto Olivieri, Francesca Bona

Le basi del Sentiero contemplativo, seconda edizione gennaio 2014.
Il PDF del libro, seconda edizione integrale


L’indice del libro 
7Consiglio al lettore
9Prefazione
Capitolo 1, Esistere
12La vita come rappresentazione
33Un’esperienza
35Il processo dell’imparare
52I limiti posti dall’identità
64Tutto è interpretazione
72Osare
80La responsabilità
97Liberi dal dover dimostrare
Capitolo 2, Essere
102Chi è?
112L’identificazione
124La disconnessione
151

Il ritmo identificazione/disconnessione

154La filosofia del limite
164Lo spazio neutro, lo zero
171L’affiorare dell’essere
Capitolo 3, Trascendenza?
182Non altrove, qui
186La natura del presente
197Sostanza dell’atteggiamento meditativo
216L’esperienza contemplativa
241La compassione
259Ciò che è
Capitolo 4, L’essenziale
267Ciò che è stato deve morire
297Ciò che viene ha senso solo come direzione
306Oltre il presente e la presenza
309Oltre la consapevolezza, solo vita
311Allegati, Le fonti
312Allegato 1, Cerchio Ifior, L’io
317Allegato 2, Cerchio Firenze 77, Il karma
325Cerchio Ifior, Come nasce il karma
332Allegato 3, Cerchio Ifior, Principi e leggi che governano le nostre vite