Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

Certo di Te

In qualunque posto Tu risieda,
dovunque Tu sia,
qualunque cielo Tu possa occupare,
qualunque dimensione Ti appartenga,
io a Te dedico la mia gioia,
io a Te dedico la mia allegria,
io a Te dedico le mie passioni,
io a Te dedico i miei desideri,
io a Te dedico la mia sofferenza,
io a Te dedico i miei dubbi e i miei perché,
i miei sensi di colpa e le mie disperazioni,
io a Te dedico, Dio mio, tutta la mia vita,
certo che Tu l’accoglierai tra le Tue mani
e saprai con esattezza
ciò che di essa va fatto.

Cerchio Ifior, Dall’Uno all’Uno, vol.4, pag. 96, Edizione privata


Newsletter “Il Sentiero del mese”

 

PrintFriendly and PDF
  1. Questo credo debba intendersi per fede: questa fiducia

  2. Grazie Roberto e grazie Gabriella!

  3. Che bella preghiera Roberto ……..rispecchia il mio sentire nei confronti dell Assoluto forse non so esprimerlo con parole così intense ma dentro nel mio animo c’è questa vibrazione e da sempre da quando piccola sentii parlare di Dio per la prima volta….quando mi guardo intorno e vedo la meravigliosa bellezza di cui sono circondata il mio animo si riempie di commozione ,gratitudine e meraviglia a volte la gioia è così grande che il mio corpo non riesce a contenerla. Quando poi penso alla grandezza dell universo con i suoi miliardi di stelle di galassie di sistemi solari mi sento piccola piccola ma felice di farne parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *