Il pane di ogni giorno già sulla tavola

Se vedessimo l’Evidente,
lo scorgeremmo in ogni dettaglio,
in ogni fatto.

Non c’è sensazione che non lo suggerisca,
desiderio che non lo evidenzi,
pensiero che non lo elabori,
sentire che non lo contempli
e non lo esprima.

Se sapessimo contemplare l’Evidente,
vedremmo il pane di ogni giorno già sulla tavola
della nostra esistenza ordinaria.

Se sapessimo tacere la parola e la mente,
vedremmo sorgere l’Inaspettato Essere
in ogni dettaglio.

Oltre l’apparenza,
non essendo reale né il bene, né il male,
né la fortuna, né la disgrazia,
scopriamo che il Reale è appena oltre
il velo sottile e impermanente dell’illusione.


Il canale Telegram di Eremo dal silenzio
Per rimanere aggiornati su:
Il Sentiero contemplativoCerchio Ifior


Print Friendly, PDF & Email
Sottoscrivi
Notificami
guest

3 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
Vedi tutti commenti
Anna

E’ gia’ tutto pronto, non c’e da cercare.

Nadia

Amen

Maria

“Se sapessimo tacere la parola e la mente,
vedremmo sorgere l’Inaspettato Essere
in ogni dettaglio”.
Piano, piano sperimentiamo che il “se” sfuma ed ecco che il velo cade.

3
0
Vuoi commentare?x