Riflessioni sulla vita contemplativa

Questo spazio viene aggiornato in continuazione con materiali provenienti dai gruppi di discussione del Sentiero, dall’archivio, da fonti altre, oltre che da materiale nuovo e inedito.

Troppa attenzione, nella via spirituale, dedichiamo al fatto che abbiamo una immagine di noi, quel qualcosa che chiamiamo identità.
Dimentichiamo che essa è fisiologica, la risultante dei processi che vedono coinvolti i corpi transitori, il frutto della circolazione dei dati tra questi e la coscienza.
Più attenzione dovremmo invece prestare a quanto siamo attaccati a questa immagine di noi, a quanto ci sforziamo di renderla duratura, costante, coerente.
In sé, non è quella immagine di noi che ci vela la Sorgente, lo è invece il nostro attaccamento ad essa. (22.1.20)

continua..

La relazione che ci svela

Mi capita, con regolarità, di avvertire nella mente la “pressione” mentale di singoli o gruppi, per questioni che mi riguardano e nelle quali sono coinvolto, ma anche per questioni altre.
Credo sia una forma di telepatia, ma non so dire di più perché non coltivo questa conoscenza.

continua..La relazione che ci svela