La mistica del silenzio

Non c’è cammino spirituale che non si misuri con una certa mistica del silenzio.

Non c’è cammino maturo che non consideri in un’ottica nuova quella intuizione e necessità primigenia.

È sempre opportuno tacere, ma lo è allo stesso modo parlare: da cosa dipende la scelta?
Dalla scena che si vuole alimentare.

La persona consapevole cerca di non farsi trascinare dai fatti, ma, consapevolmente, li genera.


Il canale Telegram di Eremo dal silenzio
Per rimanere aggiornati su:
Il Sentiero contemplativoCerchio Ifior


Print Friendly, PDF & Email
Sottoscrivi
Notificami
guest

9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
Vedi tutti commenti
Luana D.

La persona consapevole agisce quando è giusto agire e tace quando è giusto tacere.

Luciana

Grazie!

Roberta I.

La parola che nasce dal rumore della mente è parola meccanica, ridondante, vuota di senso.
Nella consapevolezza, la parola nasce dal silenzio e al silenzio ritorna.
E’ parola ponderata, essenziale, pregna di senso.

Samuele

Thanks

Anna

Il silenzio tutto racchiude, dal silenzio tutto scaturisce.

Da quel silenzio la vita piena

Catia belacchi

Quando il parlare è appunto una scelta che non dipende dai bisogni dell io, dopo aver parlato si è in pace, non si prova disagio alcuno e quel parlare attinge voce dal silenzio che lo ha preceduto.
Ho sempre presente un versetto del salmo 50. ” Ti siano gradite le parole della mia bocca e innanzi a Te il meditare del mio cuore…

beatrice

Grazie, grazie, grazie, le tue parole mi sono di grande insegnamento.

Nadia

L’esperienza che porti, è insegnamento infinito, oltre che continuo sostegno…

9
0
Vuoi commentare?x