Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

Il lungo, lento, cammino dell’arrendersi

Questo è la vita ad un certo punto.
Non per tutti.
Per quelli che sentono che questa affermazione ha un senso, per loro, le uniche questioni che si pongono sono:
affrontare la propria irrilevanza,
coltivare la fiducia,
lasciar morire ogni fatto del presente,
disporsi senza fine e senza resistenza.
Su tutti i fronti, in tutte le direzioni.
Questo diventano una vita e il gesto del vivere, non altro.

Print Friendly, PDF & Email
  1. “(…) il Signore ora ti assicura:
    Non temere, io ti ho chiamato per nome
    e ti ho liberato: tu sei mio!
    Se tu attraverserai fiumi profondi,
    io sarò con te:
    le acque non ti sommergeranno.
    (…) Per me sei molto prezioso,
    io ti stimo e ti amo,
    darò uomini e popoli
    in cambio della tua vita.
    Non temere, io sono con te! ”
    isaia, 43, 1-5 ( in parte )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *