Vita, gratuità e amore: una unità [P2]

Vita, gratuità e amore non sono realtà dipendenti l’una dall’altra, ma sono un’unica realtà che riguarda la stessa indicibilità, che però voi potete comprendere a partire da tre diverse angolature.

Quindi, parlando di vita non si può non parlare anche di gratuità che è amore immotivato, come non si può parlare di gratuità senza tener conto di ciò che la fa emergere dall’onda della vita, ma non si può neanche parlare di gratuità senza vedere in essa un infinito amore che nulla ha a che vedere con la pretesa umana di donare per perseguire un’utilità propria o altrui.

Stiamo parlando dell’amore che attraversa ogni essere e che è manifestazione di ciò che non ha sede in lui, perché lo trascende e rimane insondabile anche nel momento in cui lui lo esprime attraverso un’azione, un pensiero e un’emozione.

Fonte: La via della Conoscenza, “Ciò che la mente ci nasconde“, Prefazione, pag.5

In merito alla via della Conoscenza: quel che le voci dell’Oltre ci hanno portato non sono degli insegnamenti, non sono nuovi contenuti per le nostre menti, non sono concettualizzazioni da afferrare e utilizzare nel cammino interiore. Sono paradossi, sono provocazioni o sono fascinazioni, comunque sono negazioni dei nostri processi conoscitivi e concettuali.
Non hanno alcuno scopo: né di modificarci e né di farci evolvere. Creano semplicemente dei piccoli vuoti dentro il pieno della nostra mente. Ed è lì che la vita parla.

Per qualsiasi informazione e supporto potete scrivere ai curatori del libro: vocedellaquiete.vaiano@gmail.com
Download libro, formato A4, 95 pag. Pdf
Indice dei post estratti dal libro e pubblicati
Abbreviazioni: [P]=Prefazione. [V]=Vita. [G]=Gratuità. [A]=Amore.
Le varie facilitazioni di lettura: grassetto, citazione, divisione in brevi paragrafi sono opera del redattore: i corsivi sono invece presenti anche nell’originale.


Il canale Telegram di Eremo dal silenzio
Per rimanere aggiornati su:
Il Sentiero contemplativoContemplandoCerchio Ifior


4 commenti su “Vita, gratuità e amore: una unità [P2]”

  1. Nulla ci appartiene. Siamo espressione di una unica Realtà.
    Ognuno come può.
    Ma questo non esclude responsabilità personali.
    L’attenzione verso l’interiore, l’osservazione continua, sono strumenti utili ad affinare la capacità di esprimere l’Amore.

  2. Essendo ciascuno espressione della natura di Dio, siamo pervasi anche dal suo Amore gratuito e lo decliniamo , nella vita, nella modalità che ce lo consentono le comprensioni raggiunte.

Lascia un commento