Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

I nostri piccoli mondi

Il cammino della trasformazione del sentire che chiamiamo vita, prende forma e si nutre di tutte le relazioni: da ciascuna riceve dati e possibilità di conoscenza-consapevolezza-comprensione.
Premesso questo, va detto che ci sono relazioni primarie e altre secondarie, relazioni che rappresentano la nostra officina esistenziale principale e altre che sono laboratori occasionali e transitori.
Se andiamo a stringere, tra quante persone si svolge il cammino della nostra vita, le relazioni che sono cucite nel tessuto dell’essenziale? Le possiamo contare sulle dita di una mano? Di due mani?
Non saprei, ma sono poche. Mi chiedo: le vediamo quelle poche?
Le riconosciamo nella loro funzione plasmatrice sulle nostre esistenze? Le rispettiamo adeguatamente?
Svolazziamo tra le pagine di Facebook scambiandole per relazioni? O è solo il piccolo palcoscenico dell’altrettanto piccolo Narciso che abita in noi, quello?
Cosa conta? Tutto conta evidentemente perché tutto ci svela e, non di rado ci mette in scacco.
Conta in sommo grado ciò che c’è nel tempo e, nel tempo, ci rode come un tarlo nella nostra pretesa, nella nostra incuria, nella nostra presunzione, nella nostra disattenzione, nel nostro egoismo.

Fonte immagine


Se vuoi puoi iscriverti alla newsletter “Il Sentiero del mese” con gli appuntamenti, i post pubblicati di recente, la vita nel Sentiero contemplativo.
Qui gli aggiornamenti quotidiani.

 

PrintFriendly and PDF

Post con argomento simile

  • Fino in fondo L'ultimo libro di Roberto Saviano riporta questa citazione iniziale: Erba Nessuna paura che mi calpestino. Calpestata, l'erba diventa un sentiero. 1974 Blaga Dimitrova Dalla […]
  • Coloro che se ne vanno di loro volontà Un nostra amica, scossa dal suicidio di una giovane donna, Silvia, mi chiede una parola. Che cosa l'ha portata alla determinazione di appendersi ad un albero con il suo foulard? Non lo […]
  • Chi crea la via spirituale e il suo “maestro”? Prendo spunto da questa discussione in Comunità del Sentiero. La tesi: la necessità di esperienza e di comprensione delle coscienze crea le vie spirituali e i relativi fondatori o […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *