Il dubbio

Un cammino
lungo e silenzioso
dove qualunque cosa dici e fai
non è credibile,
non è sostenibile.
Il dubbio è un tarlo
implacabile.
Qual’è l’intenzione
nascosta dietro
ad ogni rappresentazione?

Un commento su “Il dubbio”

  1. Perchè dici ” qualunque cosa dici e fai non è sostenibile, non è credibile?” Se impariamo grazie alla rappresentazione, quello che si dice e fa, proprio nella rappresentazione, sulla scia del sentire è credibile, a mio avviso, per chi fa, non possiamo essere certi, vista la soggettività dell’esperienza, che sia credibile per l’interlocutore. O mi è sfuggito del tutto il significato del tuo scritto?

Lascia un commento