Genjōkōan: nel divenire tutto è processo [gk17]

17. La legna da ardere diviene cenere, e non accade che di nuovo torni a essere legna da ardere.

たき木はい(ひ)となる、さらにかへりてたき木となるべきにあらず。
Taki gi wa hi to naru, sara ni kaerite taki gi to narubeki ni arazu.

Shōbōghenzō Genjōkōan, di E. Dōgen, traduzione inedita dal giapponese e commento di Jiso Forzani, con testo giapponese originale e traslitterato con la pronuncia.

Nella comprensione del Sentiero contemplativo.
Nella logica del divenire esistono i processi, la legna arde e si trasforma in cenere. Esistono il passato, il presente e il futuro, ciò che è oggi non può tornare a essere quello che era ieri.

Print Friendly, PDF & Email
Sottoscrivi
Notificami
guest

3 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
Vedi tutti commenti
Leonardo

Nel divenire illusorio il processo di ampliamento del sentire segue una sua logica irreversibile: a un determinato sentire segue sempre un sentire più ampio.

Mariella

Avere una certa età aiuta ad accogliere questa affermazione:niente di ciò che è stato può essere ancora. Tutto subisce una irreversibile trasformazione. Ma forse non è questo il senso voluto dall’autore.

Elena

Ció che è oggi contempla tutto il processo e contemplandolo lo assorbe. È qualcosa che supera il cambiamento di stato. Lo integra.

3
0
Vuoi commentare?x