Quando nulla più ci spinge sulla scena

C’è una gioia unica nello scomparire,
nel divenire irrilevanti.


Il canale Telegram di Eremo dal silenzio
Ogni sera alla 21,30, Compieta: testi da “Il libro della preghiera universale”, di G. Vannucci e da altre fonti.
Lunedì: la via indù | Martedì: la via sufi | Mercoledì: la via esoterica | Giovedì: la via del Buddha | Venerdì: la via degli ebrei e dei cristiani | Sabato e domenica: la via interiore, miscellanea.
Segnalazione dei post di contemplazione.it e di cerchioifior.it.
Condivisione di materiali relativi alla via spirituale.


5 commenti su “Quando nulla più ci spinge sulla scena”

  1. Non sarà un caso che oggi mi imbatto in questo post.
    Il lavoro mi richiede in questo periodo, molta esposizione.
    Assumersi responsabilità, perché altri non lo fanno e comunque essere di riferimento ai nuovi che hanno bisogno di avere delle indicazioni sul da farsi.
    Mi costa. Rifletto sull’effetto che la mia centralità produce. Comprendo che quando viene meno il senso di responsabilità condiviso, si cerca la persona forte a cui affidarsi.
    Nonostante i miei limiti, mi viene attribuito questo ruolo, nella piccola realtà della scuola in cui lavoro.
    Potrei dire che in quella realtà è sintetizzata la realtà piu grande del nostro paese.
    Gli egoismi, l’immaturità, la doppiezza di alcuni e l’abnegazione di altri.
    Vorrei sottrarmi da quel caos, ma mi trovo a dover dirimere le questioni.
    Il silenzio, la solitudine della sera, mi riportano un po’ di equilibrio, anche se far tacere la mente è ancora affare complicato.

Lascia un commento