Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

Consapevolezza simultanea su più piani. Krishnamurti, Jayakar (2)

Brano tratto e liberamente tradotto dal testo Krishnamurti: A Biography, di Pupul Jayakar

“Avevo scoperto un nuovo modo di osservare, un nuovo modo di ascoltare, privo di reazione, un ascolto che emergeva dalla distanza e dalla profondità.
Mentre parlavo si mostrava (Krishnamurti) consapevole non solo di ciò che veniva detto – espressioni, gesti, atteggiamenti – ma anche di ciò che avveniva intorno a lui – l’uccellino che cantava fuori dalla finestra, un fiore che cadeva da un vaso.  Nel bel mezzo delle mie recrminazioni disse: “Hai visto quel fiore cadere?” La mia mente si fermò, disorientata.”

Tutela dei contenuti
I contenuti di questo post ricadono sotto licenza Creative Commons (Attribuzione, Non-commerciale, Non-opere-derivate).
Indipendentemente da quel che la licenza permette, non puoi copiare questo testo perché la duplicazione produrrebbe una penalizzazione, da parte dei motori di ricerca, di questo sito e di quello ospitante la copia.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *