La disposizione di ogni giorno nella Via del monaco [vdm14]

La Pratica dello zazen. Piena consapevolezza che ogni giornata appoggia sulla pratica: inizia dalla pratica, si sviluppa in virtù della pratica che in essa si innerva, si chiude come esperienza della pratica attuata a ogni respiro.

La Presenza:
consapevolezza dell’adesso;
prontezza nel cogliere i segni;
sollecitudine nel rispondere/provvedere;
neutralità libera dall’identificazione di fronte ai fatti.

L’Intelligenza del reale:
saper interpretare il reale nel duplice aspetto di Essere e divenire;
coltivare la fiducia nella vita che porta il necessario, ogni giorno, a ogni occasione;
non stancarsi di studiare e di approfondire selezionando con cura cosa e quando, evitando di impegnarsi su troppi fronti cognitivi che producono solo eccitazione, non indulgere nella pigrizia e nel lassismo.

La Coerenza tra intenzione e gesto, monitorata senza sosta sapendo stanare le illusioni e le false narrazioni.

La Compassione: per sé, sempre; per l’altro, sempre: in qualunque frangente, a prescindere, anche nel bel mezzo di un conflitto.

Il canale Telegram di Eremo dal silenzio
Per rimanere aggiornati su:
Il Sentiero contemplativoCerchio Ifior

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Sottoscrivi
Notificami
guest

9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
Vedi tutti commenti
Luana D.

Disposizione che bussa ogni giorno.
Grazie!

Anna

Vademecum quotidiano….

elena

visto e stampato per memoria

Lorena

Grazie….

Nadia

Grazie…

Natascia

In realtà quello che si chiede al monaco si riassume in poche righe, ma quanto lavoro per arrivarci.

Leonardo

Disposizioni imprescindibili per incarnare la Via. Grazie.

Catia belacchi

Poche ma importantissime disposizioni per non abbandonare la vigilanza e la presenza.

Luca

La compassione per l’altro mi spinge sempre a vedere la cosa più profonda che c’è della vita…

9
0
Vuoi commentare?x