Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

La preghiera interiore

La preghiera interiore appartiene ad ogni persona che indaga l’intimo di sé e vede scorrere le scene del proprio essere e vivere illuminandole con la consapevolezza del sentire.
E’ dunque una relazione tra il vissuto e il sentire, dove quest’ultimo rende visibile ciò che la mente non vede.
Inevitabilmente scorrono le scene e, altrettanto inevitabilmente il limite affiora, testimone della non comprensione che lo genera: il dolore per quello che si è e si conduce a manifestazione, si lega alla compassione di sé e all’accoglienza di quello che ci è dato di essere.
Questo stato di consapevolezza, a volte estremamente lucido, altre meno e magari confuso, viene trasformato dalla compassione che è l’esperienza e lo stato-cardine della preghiera interiore: “Ciò che sono è ciò che mi è dato d’essere, ciò di cui mi assumo la responsabilità, ciò di cui a volte mi pento, ciò che domani sarà migliore perché la mia fiducia nella vita è rinnovata ad ogni passo, destinata al dubbio ma sempre riaffermata”.
L’esperienza della compassione è possibile perché nella evidenza del vissuto affluisce il sentire e la luce di consapevolezza e di comprensione che esso porta con sé: il sentire è per sua natura compassionevole, tutto avvolge e tutto sostiene e questo nella preghiera interiore è esperienza corrente.
La preghiera interiore è il gesto del ripiegarsi su di sé della consapevolezza: è gesto intimo, vita intima e minuta, in essa le gioie, il senso di gratitudine si associano e procedono assieme all’irrilevanza di sé, alla ferita di una comprensione sempre troppo limitata ed eppure accolta per quel che è, senza illusione e senza rimpianto.
La preghiera interiore è apertura senza limite alla possibilità: apertura silenziosa e discreta, puramente interiore. Speranza, fiducia e affidamento. Dedizione e delicatezza. Compassione.


Se hai qualcosa da chiedere. Le risposte.
Newsletter “Il Sentiero del mese”  |  Novità dal Sentiero contemplativo 
Ricevi una notifica quando esce un nuovo post. Inserisci la tua mail:

 

Print Friendly
  1. Infinitamente grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *