Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

Lo sviluppo psico-affettivo del bambino attraverso la simbologia delle fiabe

Corso per genitori ed educatori promosso dall’ Eremo dal silenzio e dall’Amministrazione comunale di San Costanzo

Conoscere le dinamiche della crescita dei propri figli ed aiutarli nel loro percorso verso l’autonomia è più facile se siamo in contatto con le nostre dinamiche profonde e se ricordiamo e onoriamo la nostra infanzia.
Il ruolo delle fiabe è stato ed è proprio quello di aiutarci, in modo gradevole e indiretto, a renderci consapevoli di questo percorso.
Invitiamo pertanto tutti coloro che sono interessati a riscoprire la propria parte bambina a partecipare.

Temi affrontati
– Dal rapporto simbiotico con la madre al cammino verso l’autonomia: Hansel e Gretel
– La sperimentazione nell’infanzia fino all’inizio dell’adolescenza: Cappuccetto Rosso
– La separazione e la perdita; il rapporto coi fratelli: Cenerentola
– Il ruolo dei genitori nella crescita del bambino: Biancaneve
– Il periodo dell’adolescenza: La bella addormentata nel bosco
– Il manifestarsi nella propria unicità e bellezza: Il brutto anatroccolo

Calendario e luogo degli incontri
Gli incontri si terranno presso la Biblioteca Comunale, Palazzo Cassi, il venerdì, dalle ore 20,30 alle ore 22,30 nei seguenti giorni:
8 novembre, 29 novembre, 13 dicembre 2013; 10 gennaio, 24 gennaio, 7 febbraio 2014

Le iscrizioni si possono effettuare tramite email al seguente indirizzo: catiabelacchi@gmail.com oppure telefonando al n: 0721 935275 entro il 3 di novembre.

Gli incontri saranno tenuti da Catia Belacchi, pedagogista e già insegnante di scuola primaria.

Il corso è gratuito

 

 

L’immagine è tratta da questo sito

Print Friendly, PDF & Email
  1. Catia é molto interessante e necessario il progetto che proponi. Orario e distanza purtroppo non mi permetterebbero di partecipare, ma lancio un sassolino: proviamo insieme ad individuare delle date per un percorso che veda coinvolti “grandi e piccole/i” insieme? Una sorta di filo di Arianna, tre-quattro mattine o pomeriggi sino a maggio-giugno 2014 di un paio d’ore per riorientarci consapevolmente all’autonomia e al rispetto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *