Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

d-30x30Corpi transitori. Dizionario del

Vengono così definiti i corpi che appartengono all’individuo incarnato e che cambiano ad ogni sua incarnazione.
Essi sono il corpo fisico, grazie al quale è possibile interagire direttamente con l’esperienza sul piano fisico, il corpo astrale, che fornisce all’individuo incarnato la possibilità di esprimere e possedere emozioni e desideri, e il corpo mentale, nel quale viene elaborato il pensiero dell’incarnato. Grazie all’interazione di questi tre corpi, strettamente interdipendenti, l’incarnato ha i mezzi per esprimere se stesso (sia per quanto riguarda le sue comprensioni che per ciò che riguarda, invece, le sue incomprensioni) nel corso della vita che conduce sul piano fisico.
Questi tre corpi sono essenziali per vivere la vita e la predominanza di uno sugli altri o lo squilibrio tra di essi determina molti dei comportamenti che siamo soliti osservare in noi stessi e nelle persone che ci circondano.
Il tutto, ovviamente, è governato e gestito dai bisogni di comprensione (e, di conseguenza, di esperienza) che appartengono al corpo akasico o corpo della coscienza.

Dal volume del , Dall’Uno all’Uno, Volume secondo, parte prima, pag. 90-91, Edizione privata

Indice del Dizionario del Cerchio Ifior

Print Friendly, PDF & Email