Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

Il lavoro 2: essere dediti

Che cosa significa essere dediti al lavoro che si sta compiendo?
Significa riconoscerlo come unico fatto di quel presente, essere consapevoli di tutto quello che la mente aggiunge su quelle operazioni semplici o complesse che stiamo compiendo e lasciarlo andare, non coltivarlo, di qualunque natura sia quell’aggiungere.
La dedizione libera dal condizionamento della mente rende quella operazione fuori dal flusso del divenire, la rende fatto esaustivo in sé.
C’è l’operazione, c’è l’operatore, c’è l’accadere: la dedizione sgombera il campo dal passato e dal futuro, dal lamento e dal giudizio ad esso collegato.
Se c’è dedizione, quell’operazione è tutto il nostro orizzonte esistenziale: dentro quel piccolo fatto si libera il senso stesso dell’essere e dell’esistere.

Immagine tratta da: http://blogdellafotografia.blogspot.it/2013/10/i-mestieri-di-oggi-lorafo.html


 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *