Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

La meditazione di John Lennon

“La gente fa domande persa nella confusione,
E quando io rispondo che non ci sono problemi,
Ma solo soluzioni,
Loro scuotono la testa e mi guardano come se io avessi perduto l’intelletto
Io dico loro che non c’è fretta…
Me ne sto seduto qui a far passare il tempo.”
Il testo intero e il video

John la pubblicò nel 1980 ( con il titolo in inglese di ”Watching the wheels” ) nel suo ultimo album Double Fantasy che precedette di poche settimane la sua morte ( avvenuta l’8 dicembre 1980 quando aveva compiuto da poco 40 anni ) per mano di MarK David Chapman. Dal 1975 al 1980 John era stato completamente assente dallo star system e dalle sale di incisione ( pur suonando in casa per pura vena creativa e accumulando materiale e registrazioni) per dedicarsi al suo ultimo nato Sean che, quando John morì, aveva 4 anni. Dopo il suo passato da Beatle e le sue battaglie in campo sociale e internazionale a favore dei diritti dell’uomo aveva deciso di ritirarsi e infatti il video mostra la sua vita di ” casalingo ”. Non sembra se la passasse male in questa nuova veste. Quando decise di riemergere non fece in tempo a pubblicare l’album suddetto che in pochi giorni venne ucciso. Ho visitato, quando andai a New York, il punto esatto in cui morì davanti all’ingresso della sua abitazione. Non vi sono lapidi e non c’é afflusso di gente: solo un portiere che stancamente dice sì alla domanda che inevitabilmente gli si pone…

Print Friendly, PDF & Email
  1. Grazie Roberto D’E!
    E vi ricordate quante accuse a Yoko Ono, rispetto alla nuova deriva di John?
    Per un attimo ho pensato che fosse una strega…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *