Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

Mentre tutto vacilla

Mentre tutto vacilla
sotto i colpi dell’ignoranza
e della fuga da sé,
dove trova la persona della via
la sua stabilità?
Non in ciò che crede,
perchè non crede in niente.
Non in ciò che sente,
perchè sa limitato il suo sentire.
Non in ciò che compie,
perchè frutto del suo credere e sentire.
Appoggia su di un vasto
ed infinito niente!
Su di uno zero che non è costituito
né da pensiero, né da emozione, né da azione,
ma da una presenza pervadente, pregnante:
infinita forza ed infinita tenerezza.
Quello stato su cui appoggi
e che ti costituisce
è subito lì,
appena oltre l’identificazione con la mente.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *