Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

Pratica del Sentiero contemplativo. Nuovo percorso

Un percorso pratico, esperienziale, per le persone che sono interessate al cammino incontro a sé, alla meditazione, alla contemplazione così come proposti dal Sentiero contemplativo.
Un sabato pomeriggio al mese circa, all’Eremo dal silenzio a San Costanzo, la possibilità di sperimentare un contatto con sé, con il proprio mondo emozionale, con le interpretazioni che guidano la propria vita, con le paure e le aperture, le consapevolezze e le assenze, il desiderio di relazione e il timore di essa.
Alcune ore di immersione in un clima di fraternità e di umanità, lontani dal giudizio, nella vicinanza di chi conosce il limite proprio e si guarda dal porre l’accento su quello altrui.
Il pomeriggio si chiude con la cena comune, se si vuole restare, dove è possibile conoscersi, scambiarsi esperienze sul cammino, creare una trama di amicizia; infine, alle 21, la cerimonia della condivisione.

Se vuoi partecipare compila il modulo sottostante.
La partecipazione è libera e non esiste vincolo se non quello della responsabilità e del rispetto.


Ti confermeremo l’iscrizione con una mail; se non la ricevi significa che l’iscrizione non è andata a buon fine, allora scrivici: eremo@contemplazione.it

Appuntamenti del 2014/2015

25 gennaio 2014: la rappresentazione dei processi interiori, una lettura approfondita e critica delle costellazioni familiari. Massimo Rossello
22 febbraio 2014: il colore e la forma svelano i nostri nodi esistenziali. Rosaria Volpini
data da definire: ciò che accade è la mia vita, ho la determinazione, l’autorità, la capacità di condurlo pienamente a rappresentazione. Alessandro Bedetta
24 maggio 2014: la relazione consapevole con tutto ciò che ci circonda e ci accade. Catia Bottegoni
21 giugno 2014: la profondità dell’esperienza meditativa (1a parte). Alessandro Bedetta

Autunno/inverno 2014/2015:
-espressione e trascendenza attraverso il canto (2 incontri). Roberta Iannotta
-lo yoga come pretesto. Francesca Bona
-modellare il proprio interiore. Monica Rafaeli
-la relazione consapevole con tutto ciò che ci circonda e ci accade. Catia Bottegoni
-la profondità dell’esperienza meditativa (2a parte, zazen e meditazione guidata). Alessandro Bedetta

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *