Silenzio

E’ solo un programma.
Viviamo identificati in stringhe di dati.
Interminabile sequenze di codici
che chiamiamo vita, emozione, pensiero, spirito.
Il codice contiene in sé
il processo della identificazione
e della disidentificazione
e tutta la progressione logica
dal primo al secondo stato.
E’ possibile uscire dal codice?
Quando esso ha espresso la logica che gli è propria,
prima non credo, non mi sembra, non so.
Ma so che ad un certo punto
la logica stessa del programma
genera altro da sé.
Non un altro codice,
l’assenza del codice.
Silenzio.

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Sottoscrivi
Notificami
guest

1 Commento
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
Vedi tutti commenti
Anonymous

scopro ora questo messaggio, le cui parole richiamano in me il codice del DNA e del Disegno umano che ci “identifica” nella ns. unicità e al tempo stesso omogeneità,nella forma ” nella quale viaggiamo, attraverso la quale la vita si manifesta…e che alla fine dobbiamo lasciare; mentre viaggiamo però osservandoci, conoscendoci possiamo iniziare il viaggio della disendificazione,che per me è ancora in pieno svolgimento..Rosangela

1
0
Vuoi commentare?x