Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

S: Dovessi dire qual è il vero maestro della via interiore, senza dubbio direi che è l’altro da noi..
G: Anche un altro inconsapevole?
S: Un altro qualsiasi. Non tutti hanno la possibilità di incontrare un cosiddetto maestro, non tutti possono entrare in una dinamica cosciente con il maestro interiore, la maggior parte impara attraverso il maestro esteriore che è l’altro, indipendentemente dal fatto che sia consapevole del proprio ruolo.
L’altro porta due cose nella nostra esistenza: innanzitutto porta se stesso, in secondo luogo porta lo specchio di noi. Con ciò porta sempre anche un elemento di crisi.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *