1095 posts by eremo

Vi propongo queste parole del Cerchio Ifior che mirabilmente esprimono il senso compiuto del procedere interiore e l’approdo nell’esperienza dell’unità. Quando comprenderò con tutto me stesso che «Tutto È Uno» che sarà di me, Padre? Moti Tu non avrai più la tua famiglia, ma ogni uomo, animale, pianta, cristallo sarà un membro della fratellanza universale.

– Gianni Giacomelli, la preghiera, file mp3,  (14.1.17, Eremo dal silenzio) – Iscrizioni intensivo del 17-19 marzo 2017  Tema: L’impermanenza è la roccia su cui appoggiamo la nostra vita Quando comprenderò con tutto me stesso che «Tutto È Uno» che sarà di me, Padre? Febbraio 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | […]

Vorrei affrontare tre argomenti: – La paura di perdere. – La paura di andare oltre il conosciuto. – La sostanza dell’esistere che si manifesta in ogni singolo e semplice fatto a chi ha la capacità di coglierla. La paura di perdere Scrive Samuele nel commento al post La solitudine: “Infine non c’è più niente….” ma […]

Perché solo quando la mente è logorata dal tempo che non passa, dalla noia, dal non avere agganci e sollazzi, dal dolore fisico della postura, magari, dal disturbo dei pensieri che non vogliono mollare la presa, dal senso di fallimento per la pessima pratica che si sta attuando, solo quando la mente coglie la totale […]

Per una ragione a me inconoscibile, la vita mi ha condotto su una via di solitudine e di assenza di riferimenti certi: non in una religione, in una filosofia, in una pratica ho potuto confidare, ma solo sull’indagine del sentire, sull’attingere a quel pozzo la cui profondità è insondabile alla mente umana e si dichiara […]

Vi racconto un’esperienza accaduta ad una persona che frequenta questo Sentiero. Questa persona va in un ipermercato per comperare dei libri che le interessano e che sono particolarmente scontati. Trova i libri, va alla cassa automatica, paga e si avvia verso l’uscita. Strada facendo riflette sulla cifra complessiva spesa e si avvede che è troppo bassa: […]

Se il muratore costruisce male le fondamenta, la casa sarà instabile: ciascuno di noi, ogni giorno, getta le basi della stabilità di domani e lo fa scegliendo cosa coltivare e cosa lasciare andare, di cosa nutrirsi e da cosa stare alla larga. Ogni giorno coltiviamo pensieri, emozioni ed azioni e tutto questo permette di esprimere il […]