La Via del monaco e la Comunità monastica diffusa, testi

 Vdm/Cmd = Argomenti relativi a: Via del monaco/Comunità monastica diffusa | Pass = Protetto da password

DataTitoloSommarioVdmCmdPass
31.07.2017La via nel silenzio e nella discrezioneL’inizio della riflessione.
La ricerca dell’unità, di Dio si direbbe in altri ambienti, è la direzione e l’orizzonte del ricercatore, del monaco:
colui/colei che nella solitudine della responsabilità della propria vita, cerca l’unità nell’Assoluto.
    x  
15.08.2017Le basi di un nuovo monachesimo. Quasi un manifestoIl monaco incarna il cammino della conoscenza, della consapevolezza e della comprensione là dove risiede, dove sono i suoi affetti e le sue occupazioni: vive in comunità se può e se vuole; vive in solitudine, se lo desidera ed è necessario al suo incedere; sperimenta la famiglia, il lavoro e il mondo se a quello si sente chiamato.    x  
25.08.2017Un nuovo monachesimo per i senza religioneNon ci interessa nemmeno produrre una sintesi, un linguaggio sincretico frutto delle molte vie spirituali, anzi lo evitiamo con la massima cura; ci rimane l’unica via possibile:
osservare la nostra esperienza nel duale e nell’unità;
– imparare, volta per volta, ad esprimerla, a comunicarla, a decodificarla sul piano della mente, rivestendola di emozione, facendola divenire veicolo di un sentire che s’impone e che guida il processo con forza, con determinazione, con autorità, a volte con “violenza”.
    x  
26.08.2017Abitare il deserto interiore come la migliore delle caseProseguo il ragionare iniziato nel post “Un nuovo monachesimo per i senza religione”.    x  
21.09.2017La dedizione radicale del monaco alla via di unificazioneLa dedizione radicale chiede una ecologia radicale.
Se il centro dell’esistenza del monaco è l’ascolto di quella nota che lo costituisce, lo unifica e lo rende non-differenziato, allora egli coltiverà quell’ascolto in ogni atto, in ogni situazione, in ogni tempo.
Non è il mondo il problema del monaco, l’identificazione è il suo problema.
    x  
26.09.2017La “Via del monaco” nel Sentiero contemplativoLa Via del monaco in 12 punti.
L’elaborato di base con il dettaglio della disposizione del monaco.
    x  
3.10.2017La priorità della via interiore per il monacoQuesto scritto integra e completa quanto espresso in: “La Via del monaco nel Sentiero contemplativo”.    x  
8.10.2017Sul vincolo di responsabilitàCiò che comporta l’adesione alla Via del monaco e alla  Comunità monastica diffusa    x    x   si
13.10.2017La comunità monastica diffusaL’elaborato di base della Comunità monastica diffusa.     x   si
10.2017Adesione alla Via del monaco e alla Comunità monastica diffusaLe condizioni per aderire alla Via del monaco e alla Comunità monastica diffusa.    x    x   si
8.12.2017Sostenersi reciprocamente nella conoscenza/consapevolezzaL’importanza del sostegno reciproco in famiglia e nella comunità       x  
 10.12.2017La fiducia e il cammino quotidiano di unificazione La fiducia è la nostra maestra e la nostra custode, ogni giorno, ad ogni ora il monaco – colui che realizza l’unità interiore consapevolmente – incessantemente torna ad essa e su di essa si fonda.    x  
 12.12.2017La differenza tra il ringraziare e l’essere quel grazie Oltre la visione duale che vede il Creatore e la sua creatura in relazione, c’è l’esperienza unitaria dove la creatura si sperimenta interna e mai separata dalla sua origine e sostanza.    x  
13.12.2017Educare l’Io e la mente al pensiero unitario    x  
19.12.17Officina, Assemblea dei monaci, Intensivi nella Via del monacoStruttura e natura delle varie situazioni formative e comunitarie   x   x 

 

 
 
 
 
 
 

Lascia un commento