Imparare a vivere il quotidiano

“Tratta il riso come fossero i tuoi occhi” diceva Dogen al cuoco del monastero zen.
Noi diremmo: “Tratta ogni momento della tua vita come l’unico che hai a disposizione e vivi ogni fatto senza proiettarlo sul futuro e senza radicarlo nel passato”.
Sabato 8 febbraio, nel contesto del gruppo di base del Sentiero, Roberto affronterà i temi dell’imparare a vivere ciò che attimo dopo attimo si presenta alla nostra esperienza scendendo nella profondità di esso e lasciandosi fecondare.
Da questa disposizione interiore rivolta a tutte le cose piccole, minute e insignificanti germoglia il senso del nostro vivere.

All’Eremo dal silenzio, San Costanzo.
Inizio ore 16,20 puntuali.
Conclusione ore 19.

Immagine tratta da: http://goo.gl/JqDZW1

Esprimere sé è manifestare la propria emozione ed il proprio pensiero?

Che cosa significa manifestare la propria emozione ed il proprio pensiero?
Che cos’è la manifestazione se non la messa in scena dell’identificazione?
Vivere è dunque manifestare ciò con cui siamo identificati?
Ma dove conduce l’identificazione?
Questi i temi del gruppo di approfondimento del Sentiero contemplativo di sabato 18 gennaio 2014, ore 15,45-18,45 all’Eremo dal silenzio, San Costanzo.
Arrivare alle 15,30 con coperta, sgabello o cuscino da meditazione, tappetino.

L’immagine proviene da: http://www.emoticonswallpapers.com/wallpaper-emoticon-wallpaper-33-4988-33.html

I limiti della morale e la necessità di sperimentare della coscienza

Gruppo di approfondimento del Sentiero contemplativo, sabato 9 novembre, ore 15,45-18,30.
Il tema:
La piena manifestazione di sé e il pieno dimenticarsi per lasciare spazio a qualcosa di più vasto.
Osare esistere ed essere.
I limiti posti dalla morale e le necessità della coscienza di sperimentare.

Immagine tratta da www.ilpost.it, Keith Haring.

Le fondamenta della conoscenza di sé e della pratica della meditazione e della contemplazione. Nuovo gruppo del sabato all’Eremo dal silenzio.

Dal prossimo 14 settembre avvieremo un nuovo gruppo di approfondimento del Sentiero contemplativo, all’Eremo dal silenzio, San Costanzo, PU.
Lo scopo è quello di fornire fondamenta solide e sperimentate a quelle persone che si inoltrano nella via del “Conosci te stesso”, della vita consapevole, della pratica della meditazione e della contemplazione intese come vita vissuta nel quotidiano, nella famiglia, nel lavoro, negli affetti, nelle amicizie.

continua..Le fondamenta della conoscenza di sé e della pratica della meditazione e della contemplazione. Nuovo gruppo del sabato all’Eremo dal silenzio.

Imparare dalla vita. Una introduzione alla via spirituale, alla meditazione, alla contemplazione

Riprendono gli appuntamenti all’Eremo dal silenzio per apprendere a relazionarsi con sé, con l’altro da sé, con la profondità dell’essere e per introdursi nella pratica del silenzio, della meditazione, della contemplazione.

Temi degli incontri

La crisi, il dolore, il cambiamento
Il deserto e la solitudine
Portare a compimento l’ “io”, conoscerlo e superarlo
Il problema della libertà
Come collocare il male
Diventare consapevoli dell’impermanenza
Il quotidiano e la pienezza di ogni singolo gesto
Alcune esperienze pratiche per acquisire consapevolezza.

Ogni appuntamento avrà il seguente svolgimento:
Meditazione, tema e discussione, silenzio.

Gli incontri si terranno di sabato dalle ore 16,30 alle ore 18,30 all’Eremo dal silenzio in  via Caravaggio, 13,  San Costanzo, secondo il seguente calendario:

21 settembre, 12 ottobre, 9 novembre, 7 dicembre, 2013,
11 gennaio, 8 febbraio, 1 marzo, 5 aprile, 3 maggio, 31 maggio , 2014

Gli incontri saranno tenuti da Catia Belacchi

Per aderire rivolgersi al seguente indirizzo e-mail:  catiabelacchi@gmail.com entro il 14 settembre p.v. oppure telefonare al n. 0721935275

E’ necessario indossare pantaloni comodi.