Posso sbagliare nelle scelte?

Scrivo queste righe pensando a quei genitori che spesso sono in ansia per i loro figli e per le difficoltà che questi incontrano. Spesso il genitore deve scegliere anche per i figli, quando questi sono persi nella loro indefinitezza e incapacità di orientarsi e prendere decisioni: allora il genitore è tenuto ad intervenire ma questo gli provoca non pochi conflitti e sofferenza interiori e il dubbio, veramente duro da reggere, di stare conducendo il figlio verso la strada sbagliata.

continua..Posso sbagliare nelle scelte?

So che mi aiuterai

Tutte le volte che il mio sguardo non è attento all’accadere e a quello che viene richiesto in quel momento.
Tutte le volte che vivo un fatto e dentro di me c’è quel sottile pensiero che insinua: “Lo so già..”
Tutte le volte che non mi fermo, non do tempo all’altro di dichiararsi e proporsi.

continua..So che mi aiuterai

La necessità del dubbio

Tempo fa ho scritto un post sull’essere in sintonia, sul sentire che una certa cosa ci risuona interiormente. Non passa giorno che io non mi confronti con qualcuno, o qualcosa che leggo, in cui non trovi la questione del sentirsi in risonanza e a volte rimango un po’ perplesso. 

continua..La necessità del dubbio

Determinazione

Passo su passo,
oltre la paura,
oltre la diffidenza
può sorgere una determinazione
a fidarsi, ad abbandonarsi,
a lasciarsi condurre dalla vita.

Fare le cose per bene

Che cosa significa? Che cos’è una cosa fatta per bene? Intendo una cosa fatta ad arte? E se uno è un “impedito” allora non farà mai le cose per bene?
Evidentemente non è una questione di destrezza o di abilità e nemmeno di concentrazione e di attenzione, è qualcosa d’altro.
Qual’è l’intenzione che mi muove? Sto occupandomi del mio tornaconto, sono in balia della mia emozione, della mia mente? Ciò che mi spinge è la mente, l’ego o qualcosa di più vasto e meno condizionato, la “mia” coscienza?

continua..Fare le cose per bene