Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

Inverno

Il passo risuona
sul terreno indurito dal gelo.
Il rovo è secco e gli alberi spogli,
la pioggia cade
sulle foglie accartocciate
ai margini della strada.
Piove anche su di me
che osservo
ogni immagine scorrere,
e niente di quel che vedo trattengo.
Malgrado le mie ossa intorpidite,
le mie braccia si arrendono
accogliendo ciò che mi manderà l’inverno.
19.12.2012
Print Friendly, PDF & Email
  1. Grazie per l’offerta MariaTeresa

  2. Grazie MT,
    di essere tramite dell’inverno
    con le tue parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *