Dove la mente vede il deserto, l'esperienza contemplativa svela il seme della vita

Tag: zazen

Perché solo quando la mente è logorata dal tempo che non passa, dalla noia, dal non avere agganci e sollazzi, dal dolore fisico della postura, magari, dal disturbo dei pensieri che non vogliono mollare la presa, dal senso di fallimento per la pessima pratica che si sta attuando, solo quando la mente coglie la totale […]

Non è disponibile alcun riassunto in quanto si tratta di un articolo protetto.

Se il muratore costruisce male le fondamenta, la casa sarà instabile: ciascuno di noi, ogni giorno, getta le basi della stabilità di domani e lo fa scegliendo cosa coltivare e cosa lasciare andare, di cosa nutrirsi e da cosa stare alla larga. Ogni giorno coltiviamo pensieri, emozioni ed azioni e tutto questo permette di esprimere il […]

Intendo per cammino spirituale il percorso esistenziale consapevole che da ego ci conduce ad amore, di comprensione in comprensione. Intendo per pratica un complesso di disposizioni, attitudini e attuazioni: 1- calare nel proprio quotidiano il paradigma che si va seguendo e perseguendo e di questo, in particolare, il superamento della disposizione della vittima; 2- divenire […]

Commenta Serena nel post La necessità della pratica meditativa e della disconnessione: Non sono sicura che per me la meditazione sia una pratica di gratuità, dovrebbe esserlo?! In realtà è un mezzo che mi permette di allenarmi alla disconnessione, alla maggior consapevolezza. Vero è che il fine è nobile, ma cos’è la vera gratuità? Le […]

Una persona della via interiore ha una duplice necessità non derogabile: – praticare la consapevolezza e la disconnessione dai contenuti mentali ed emotivi dopo che di essi si sia sondata la portata; – praticare la gratuità della meditazione. Ho precisato che queste sono necessità non derogabili, cosa significa? Una via non è semplicemente un cammino […]