Tag: unità

Vi propongo queste parole del Cerchio Ifior che mirabilmente esprimono il senso compiuto del procedere interiore e l’approdo nell’esperienza dell’unità. Quando comprenderò con tutto me stesso che «Tutto È Uno» che sarà di me, Padre? Moti Tu non avrai più la tua famiglia, ma ogni uomo, animale, pianta, cristallo sarà un membro della fratellanza universale.

Tratteggio di seguito alcune considerazioni stimolate dalla lettura del libro: Il cammino del monaco, Edizioni Qiqajon, Comunità di Bose: sono solo appunti e come tali vanno considerati. 1- L’illusione di poter dedicare l’esistenza a Dio, l’amato. L’esistenza è già di Dio, chi la dedica a chi? Il monaco dedica la propria vita all’incontro con Dio ma, […]

[…] “In quei momenti, in quei rari, rarissimi momenti, io riesco per un attimo a trovare veramente in me il senso dell’umiltà: allorché mi sento sperduto, piccola goccia di colore anonima – ma non per questo meno importante – sulla grande tela che Tu, con infinita pazienza, costanza e bontà hai creato.” Fonte Ricorrono due […]

Le menti vivono nell’opposizione e nella divisione e quindi dicono: “O bianco o nero, o divenire o essere!” Considerano che l’essere sia la fine del divenire, si spaventano e tornano sul terreno che a loro pare più sicuro, quello che controllano, quello del divenire. Dice Leonardo: “Allentata la presa, essere e divenire, immobilità ed operare […]

Misticismo, religione, sentire. Dizionario del Cerchio Ifior Secondo le Guide il misticismo è uno stato di coscienza, «è», semplicemente, senza un perché e senza un percome. Proprio per questo motivo risulta difficile definirlo con precisione. Certamente non è, per forza di cose, il parlare con aria ispirata di Dio, della Madonna, dei Santi e via dicendo: […]

Pagine: 1 2

Beati gli umili: di essi è il regno dei cieli. Matteo 5,3. Traduzione Giuseppe Barbaglio. I vangeli, Cittadella Editrice. Beati i poveri davanti a Dio, perché di essi è il regno dei cieli. Matteo 5,3. Traduzione di Secondo Migliasso. I vangeli, Oscar Mondadori. Felici i poveri secondo lo spirito perché di loro è il regno […]

Andiamo incontro allo scomparire della nostra egoità da soli e non ci portiamo niente e nessuno appresso. Alla fine del cammino siamo nudi e poveri:  poveri di presunzione, poveri di potere, poveri di orpelli. I molti, o pochi, affetti di una vita sono lì, ma non sono abiti di cui ammantarci: li indossiamo come abiti […]