Tag: assoluto

Amore per sé e dignità sono indissolubilmente legati: l’uno genera l’altra e viceversa. Qui mi interessa esaminare la questione dell’amore per sé e della dignità come esperienze interiori e nella relazione con l’altro. L’uso quotidiano dell’altro: ogni giorno esso viene come simbolo vivente nelle nostre vite e narra innanzitutto di noi e, in parte varia, […]

Al sentire guardiamo e non alla tradizione del monachesimo. Al sentire e non alle religioni. Al sentire affidiamo il nostro procedere, a quella comunione che celebra l’incontro di tutti coloro che vibrano all’unisono con il compreso comune. Sul sentire confidiamo perché ci conduca in seno all’Assoluto. Il sentire è ciò che costituisce il compreso delle coscienze: un […]

Come nella storia, ciascuno di noi tocca una parte dell’elefante e dice: “L’elefante è questo!” Nella realtà, nessuno di noi conosce niente altro che particolari, aspetti dell’elefante /Assoluto. E’ conoscibile l’Assoluto all’umano? Apparentemente no, per la semplice ragione che solo il sentire assoluto conosce se stesso, il sentire relativo conoscerà i gradi che gli sono […]

Pone alcune questioni rilevanti Massimo nel suo commento al post Gradi sentire e libero arbitrio: Supponiamo che il grado 90 sia sufficientemente caratterizzato da altruismo e da una ampia consapevolezza. La navigazione attraverso queste più ampie possibilità, nel percorso che porta al grado 91, è semplicemente meno prevedibile (nel senso che ci sono, per struttura, […]

Da giovani volevamo avere tempo, spazio, orizzonte vasto: la vita è stata generosa e ce li ha donati. L’umano pensa sempre nei termini del fare: in un eremo non fai, stai. Quando il mondo vortica, tu sei immobile. Quando l’umano desidera, nulla ti attraversa. Difficile comprendere, quando tutta la vita è azione condizionata, cosa significhi […]

Nella sezione Domande e risposte, Marco pone una domanda piuttosto elaborata che sintetizzerei così: “Perché mai l’Assoluto deve manifestare il suo sentire assoluto attraverso dei sentire relativi, quando anche noi, in una incarnazione esprimiamo il nostro sentire più ampio conseguito?” Se volete comprendere meglio la questione, leggete comunque la domanda di Marco. Mi sembra di capire […]

Un tempo l’umano credeva che le forze delle natura esprimessero la volontà di Dio. Oggi, ad esempio, crede che una guarigione inspiegabile sia dovuta all’intervento divino. E’ sbagliato questo credere? Dipende. Se l’umano ritiene che all’origine di tutta la manifestazione ci sia l’intenzione divina e quindi ogni fenomeno ed ogni fatto non siano altro che […]