Responsabilità

  1. Non si può che prendere atto, dice Catia.E’ vero. Provo profonda gratitudine per aver potuto accedere a questa via di conoscenza. Provo profondo rispetto del tuo sentire Robi; mi piacerebbe che la responsabilità di cui tu ti sei fatto carico fino ad oggi, possa essere ridistribuita tra tutti noi, per far si che l’insegnamento profuso con tanta generosità in questi anni sia consolazione e possibilità di riflessione anche per altri. L’invito è per noi, ognuno la sua peculiarità, ad assumerci l’onere, non solo l’onore, dell’insegnamento.
    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *